Il San Giovanni Nepumuceno
San Giovanni Nepumuceno

La mattina del 20 marzo 1393 il corpo del vicario generale del vescovo di Praga, Giovanni da Pomuk, viene gettato nelle gelide acque della Vltava dai soldati su ordine del sovrano, arrabiato per un torto fattogli dal sacerdote.

Secondo la tradizione lo sgarbo del prelato sarebbe stato il non aver rivelato al sovrano la confessione della regina, mentre storicamente si parla di un contrasto politico tra i due a causa dell’ interferenza del sovrano su questioni che riguardavano solo la chiesa.

Il culto del Nepumuceno divenne poi simbolicamente molto forte a partire dal XVII sec. quando la chiesa cattolica era impegnata nel mantenere la propria supremazia in vari stati d’Europa, in quanto uno dei miracoli per la canonizzazione del Nepumuceno riguarda la lingua che non ha subito la decomposizione nel corso dei secoli.

Su ponte Carlo è indicato con una croce patriarcale il punto in cui il corpo è stato gettato in acqua, e ci sono dei significati sul

nepumuceno
La croce indica il luogo del martirio del San Giovanni Nepumuceno. Questa foto è stata scattata nel gennaio del 2009. Nel maggio dello stesso anno venne posato anche il cancelletto decoratiovo sopra la croce per un altro evento.

fatto che i passanti tocchino il simbolo della croce. Nel 2009 venne poi aggiunta una ringhiera per ricordare il giorno della sua canonizzazione, avvenuta il 15 maggio 1721, che ancora oggi a Praga viene ricordata con solenni cerimonie che coinvolgono non solo i praghesi ma anche gli italiani.

Se volete approfondire la conoscenza del Nepumuceno e delle tradizioni a lui legate, chiedete alle nostre guide. Questo luogo viene visitato durante il tour di gruppo con partenza da piazza San Venceslao alle ore 10:00.

Condividi con gli amici